Chi è lo Psicoterapeuta:

E' uno psicologo o un medico che ha conseguito una specializzazione almeno quadriennale in Psicoterapia, presso scuole riconosciute dal M.U.R.S.T. (Ministero dell’Università e della Ricerca Scientifica e Tecnologica).

Art. 35. della legge 56/1989: l’attività psicoterapeutica 1. In deroga a quanto previsto dall’articolo 3, l’esercizio dell’attività psicoterapeutica è consentito a coloro i quali o iscritti all’ordine degli psicologi o medici iscritti all’ordine dei medici e degli odontoiatri, laureatisi entro l’ultima sessione di laurea, ordinaria o straordinaria, dell’anno accademico 1992-1993, dichiarino, sotto la propria responsabilità, di aver acquisita una specifica formazione professionale in psicoterapia, documentandone il curriculum formativo con l’indicazione delle sedi, dei tempi e della durata, nonché il curriculum scientifico e professionale, documentando la preminenza e la continuità dell’esercizio della professione psicoterapeutica. 2. é compito degli Ordini stabilire la validità di detta certificazione.

Lo psicoterapeuta, effetua attività di: prevenzione, diagnosi, sostegno, riabilitazione e attività di cura, attraverso strumenti e tecniche terapeutiche. Lo psicologo-psicoterapeuta non può prescrivere nessun tipo di farmaco al paziente (a meno che non sia un medico-psicoterapeuta) ma  può collaborare con uno psichiatra che seguirà la persona nella parte farmacologica del suo percorso terapeutico.

L'approccio preferito è l'Analisi Transazionale. La conquista dell'autonomia è lo scopo fondamentale. Essere autonomi significa essere in grado di governare se stessi e di determinare il proprio destino; essere in grado di assumersi le responsabilità delle proprie azioni e dei propri sentimenti e di abbandonare i modelli di comportamento ingiustificati e non adatti al "qui ed ora".