Come funziona la  psicoterapia di gruppo

Frequenza: in genere è una volta a settimana

Durata di una seduta di gruppo: 1,30h.

Possono essere previste occasionali integrazioni di sedute individuali o familiari.
Il gruppo è “semi-aperto” ,cioè con un lento ricambio di partecipanti.

Il terapeuta è poco direttivo.

Il dialogo all'interno del gruppo è sempre attivo e duplice: c'è quello che dice il singolo e quello che "dice" il gruppo, e questo scambio è mantenuto sempre attivo

FORMAZIONE E SVILUPPO DEL GRUPPO

Comprendere lo sviluppo di un gruppo in termini di fasi evolutive fornisce un’efficace prospettiva per dare significato agli eventi che si verificano. Ogni fase del gruppo è centrata attorno ad un compito d’interazione cui sono associati i comportamenti tipici. Il concetto di sviluppo del gruppo è particolarmente appropriato nei gruppi a tempo limitato, perché essi di solito sono chiusi, con un numero costante di partecipanti e questo rende facilmente identificabili le fasi dello sviluppo.
Occupandoci del gruppo come sistema, gli eventi che avvengono a un certo livello d’interazione si riflettono su altri livelli, così i processi di maturazione interni a ogni partecipante saranno paralleli a quelli del gruppo come insieme, mentre esso procede attraverso le sue fasi evolutive. Per questo è importante che ogni partecipante del gruppo sia presente a tutte le attività di ogni fase.
La prima condizione per lavorare in gruppo è creare un gruppo di lavoro.
Il nostro obiettivo è di integrare esperienze cliniche con strumenti che rendono più efficace il nostro lavoro. L’esperienza psicologica in gruppo offre a ognuno l’accettazione e il sostegno nello stare con gli altri, favorisce il senso di solidarietà, aiuta a ridefinire la stima di sé.